OrangeHomeRecords ©2019 OHR. Tutti i diritti riservati





 

MARTA DE LLUVIA | GRANO





Produzione artistica Raffaele Abbate per OrangeHomeRecords

Marta De Lluvia: chitarra classica e voce | Maria Pierantoni Giua: chitarra classica, acustica e voci | Armando Corsi: chitarra classica

Stefano Cabrera: arrangiamento violoncello e violoncelli | Pietro Martinelli: contrabbasso | Lorenzo Bergamino: batteria, percussioni

Raffaele Abbate: percussioni | Tina Omerzo: pianoforte e rhodes | Edmondo Romano: Chalumeau | Stefano Bergamaschi: tromba


Info & press:

info@orangehomerecords.com | danielaesposito.de@gmail.com


TRACK LIST:

Mai abbastanza | I dervisci | Gomitoli di vento | Tendenzialmente | Inutile e felice | Romanticismo forse | Grano | Il piede sulla terra | Ojos Azules

Leivi

Via Miramare 55

16040 - Leivi, GE - Italy


Tulsa

4136 E 22nd St

74144 - Tulsa, OK - USA

PAGA CON

Un dialogo perpetuo con la vita, sincero e ad occhi aperti; una continua ricerca, a volte inquieta, che sente pienamente il bello e che tiene conto della fine. “Grano”, il primo disco della cantautrice marchigiana Marta De Lluvia, è un percorso intimo e sottile tra vittorie e sconfitte, movimento ed equilibrio, paura e desiderio, per arrivare alla consapevolezza che la strada che porta verso il buono è tortuosa ma che tutto arricchisce, anche il dolore. Nove brani in tutto.

Otto inediti, scritti nel corso di un lungo periodo di maturazione personale, durante il quale Marta ha studiato e lavorato tra la Russia e la Germania, fino ad arrivare in Belgio, dove ora risiede; più una nona traccia, un canto tradizionale andino, “Ojos azules”, che ci ricorda che non basta una promessa perché un amore possa sfiorare l'eternità. In questo album, parole e musica si intrecciano per creare un'ambientazione profonda, intima e confidenziale, spirituale e onirica. Ci sono i violoncelli di Stefano Cabrera, la chitarra di Armando Corsi, ma anche il pianoforte di Tina Omerzo, il contrabbasso di Pietro Martinelli e la batteria di Lorenzo Bergamino. Da sottolineare lo chalumeau - un antico strumento ad ancia del XVII secolo - di Edmondo Romano sul brano “I devisci” e, su “Romanticismo forse”, la voce della cantautrice ligure Giua, che ha anche suonato le chitarre.

Il tutto voluto, registrato e mixato da Raffaele Abbate, che ne firma la produzione artistica.

Come avere GRANO?

CD:

Puoi ordinare il tuo CD direttamente sul nostro sito e pagarlo con il tuo conto PayPal o con la tua Carta di Credito. Lo riceverai comodamente a casa tua tramite il servizio Posta1 al costo di 13.50 €

Mp3:

Puoi ordinare la tua copia in Mp3 dal tuo DigitalStore preferito, iTunes, Amazon, Google, ecc...